Presentazione dei progetti vincitori e premiazione: 29 gennaio al MUSE di Trento

Si è tenuto il 29 gennaio al MUSE, il Museo delle Scienze di Trento, la presentazione e premiazione dei vincitori del concorso Trentino Design 3.0.
 
Durante l’evento i designer selezionati hanno presentato i loro progetti al pubblico e a numerose aziende trentine.
 
Continua, nel frattempo, la “fase due” di Trentino Design 3.0, con un bando riservato alle aziende del territorio, che potranno scegliere di realizzare uno o più oggetti proposti dai designer.
 
Programma dell’evento:
 
- Ore 11:00: Benvenuto
Alessandro Olivi – Assessore allo Sviluppo economico e Lavoro
 
- Le politiche di Trentino Sviluppo a favore della crescita aziendale – Punto Design
Giovanna Flor – Consigliere Delegato Trentino Sviluppo
 
- Presentazione progetto Trentino Design 3.0
Venanzio Arquilla – Politecnico di Milano – Dipartimento di Design
 
- La GDO in un nuovo modello sostenibile per il territorio
Franco Paterno – Gruppo Paterno_.
 
- I risultati del bando Trentino Design 3.0
Venanzio Arquilla – Politecnico di Milano – Dipartimento di Design
 
- Presentazione progetti vincitori
 
- Premiazione vincitori bando Trentino Design 3.0
Michela Baldessari – Baldessari e Baldessari Architetti e Designers
 
I designer e referenti di Trentino Sviluppo sono stati a disposizione delle Imprese per illustrare le specifiche dei singoli progetti.
 
Maggiori informazioni su www.trentinosviluppo.it e su www.designhub.it/puntodesign.
 
 
 

LA GIURIA HA SCELTO I PROGETTI VINCITORI

Ora parte la “fase due”, con un bando riservato alle aziende che potranno scegliere di realizzare uno o più oggetti proposti dai designer.
Adesioni entro il 22 gennaio
 
Si conclude la prima fase di Trentino Design 3.0, l’innovativo concorso di design studiato in collaborazione con diversi attori trentini, attivi nella distribuzione di arredi e complementi per la casa, con l’intento di creare una filiera di produzione “KM0” Design Driven a supporto delle capacità produttive locali, costruendo una relazione stabile tra design, distribuzione e imprese trentine.
 
Tre erano i temi progettuali, concordati con i canali distributivi: un sistema per la gestione degli indumenti in casa del tipo “stendi-stira”, un mini desk mobile da utilizzare come supporto per laptop, palmari o anche per consumare del cibo a letto e sul divano ed infine un sistema di arredi componibili “open kit” che possano assolvere a varie funzioni, dal comodino, alla mensola, dal mobiletto alla credenza.
 
Per la categoria “Stendi-Stira” vince il progetto di Andrea Balzano e Gianluca Carraro, entrambi laureati del Politecnico di Milano in Industrial Design, che prevede l'inserimento di un'asse da stiro all'interno di uno specchio free standing dotato di un ripiano per piccoli oggetti e di uno spazio per appendere i propri abiti.
 
Per la categoria “Minidesk” vince il progetto di Eleonora Musca, che ha convinto la giuria per la purezza formale e la semplicità nell'interpretazione del tema. Eleonora Musca è una product designer laureata all'ISIA di Faenza ed ha svolto una significativa esperienza in Finlandia alla Kuopio Design Academy. 
I due progetti si aggiudicano un premio di 5 mila euro oltre ad un contratto per i diritti d'autore.
 
Per quanto riguarda la categoria “Open Kit” non è stato definito un vincitore, ma la giuria ha deciso di assegnare due premi ad ex-aequo del valore di 2.500 euro a progetto per le proposte di Eugenio di Gennaro in coppia con Alessio Zanol, entrambi i designer sono nati a Trento, e di Juan David Menendez e Alberto Pancotti, il primo laureato all’Università Nazionale della Colombia ed un master alla Domus Accademy, il secondo laureato in architettura presso il Politecnico di Milano.
 
 
Ora toccherà alle aziende trentine prendere in mano i progetti vincitori e trasformarli in un prodotto di successo per il mercato, affiancate dai designer dal Politecnico di Milano, dell’Università di Trento e da Trentino Sviluppo. E’ già stato lanciato un bando, che si chiuderà il 22 gennaio 2016, per la raccolta delle candidature delle aziende interessate alla realizzazione di uno o più progetti vincitori.
 
Il 29 gennaio 2016 Trentino Sviluppo organizzerà un incontro tra designer ed aziende che avranno mostrato la manifestazione d’interesse, durante il quale saranno presentate le caratteristiche tecniche e funzionali dei prodotti, nonché prezzo di vendita al canale distributivo, la quantità richiesta ed i tempi di consegna. 
Seguirà una fase di valutazione delle candidature per selezionare le aziende più adatte, le quali diventeranno titolari dello sfruttamento commerciale derivante dalla vendita del prodotto e saranno tenute a condurre la fase di sviluppo con i designer selezionati, con i quali stipuleranno un contratto per i diritti d’autore.
 
Trentino Design 3.0 è un’iniziativa di Trentino Sviluppo promossa in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento. Il concorso ha anche il patrocinio dell’Associazione nazionale per il Disegno Industriale, del POLI.design, di DesignHUB, del Coordinamento nazionale dei Giovani Architetti Italiani.
 
Maggiori informazioni su www.trentinosviluppo.it e su www.designhub.it/puntodesign.
 

224 candidature da tutto il Mondo

Sorprendente successo per il concorso di design. Entro dicembre la giuria sceglierà i vincitori. Ne fa parte anche Francesco Trabucco, tra i più noti designer italiani

 
Ben 224 candidature provenienti da 23 Paesi di tutto il Mondo, dall’Australia al Brasile, passando per Cile, Stati Uniti, Inghilterra e Taiwan. Ha riscosso un successo superiore ad ogni aspettativa la prima edizione del concorso Trentino Design 3.0, ideato da Trentino Sviluppo in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento. Ad attirare l’interesse di progettisti e designer di tutto il mondo è stata la formula, semplice ed efficace: sfida internazionale con un bando per la progettazione di tre elementi di arredo per la casa - uno stendi-stira, un supporto mobile per pc, un mobile componibile - oggetti che verranno realizzati da aziende trentine e messi in vendita dalla grande distribuzione, coinvolta fin dall’inizio nell’iniziativa. Prodotti nuovi, originali, realizzati in Trentino e a “Km zero”. Segreteria tecnica e giuria, della quale fa parte anche Francesco Trabucco, tra i più apprezzati designer italiani, sono al lavoro per la valutazione dei progetti. A breve si conosceranno i vincitori e partirà la selezione delle imprese.
 
I designer singoli o in gruppo che hanno inviato la loro candidatura entro lunedì 16 novembre, termine previsto dal bando, sono stati 224. Di questi 173 hanno inviato una candidatura per una sola categoria mentre 24 hanno presentato due proposte, 18 tre proposte e 4 addirittura 4 proposte. In particolare sono arrivati progetti da Brasile, Cile, Germania, India, Indonesia, Israele, Kuwait, Malesia, Messico, Olanda, Polonia, Portogallo, Serbia, Spagna, Svizzera, Taiwan, Regno Unito, Stati Uniti.
«Un successo di partecipazione che ha sorpreso anche noi – commenta Giovanna Flor, consigliere delegato di Trentino Sviluppo – ed è sicuramente legato all’innovativa formula del concorso, dove i temi sono stati definiti in collaborazione con diversi attori trentini, attivi nella distribuzione di arredi e complementi per la casa, con l’intento di creare una filiera di produzione a “chilometro 0” guidata dal design a supporto delle capacità produttive locali, costruendo una relazione stabile tra design, distribuzione e imprese locali».
 
Il concorso, rivolto a giovani progettisti e designer di tutto il mondo, prevedeva tre temi progettuali, concordati con canali distributivi locali: un sistema per la gestione degli indumenti in casa del tipo “stendi-stira”, un mini desk mobile da utilizzare come supporto per laptop, palmari o anche per consumare del cibo a letto e sul divano ed infine un sistema di arredi componibili “open kit” che possano assolvere a varie funzioni, dal comodino, alla mensola, dal mobiletto alla credenza.
In palio tre premi da 5 mila euro oltre ad un contratto per i diritti d’autore per ciascuno progetto premiato.
 
La giuria, nominata proprio in questi giorni, è stata scelta in modo da rappresentare le diverse “anime” che sono il vero valore aggiunto del concorso Trentino Design 3.0: quella delle competenze accademiche e tecniche, dei professionisti e delle associazioni di categoria, ma anche dei circuiti commerciali che fin dall’inizio hanno sposato l’iniziativa, impegnandosi a valorizzare gli oggetti che saranno l’esito finale del concorso, proponendoli nei propri punti vendita.
Nello specifico è composta da: Francesco Trabuccoprofessore ordinario di Disegno Industriale al Politecnico di Milano, architetto e designer; Venanzio Arquillaprofessore associato del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, coordinatore del progetto; Michela Baldessariarchitetto designer, membro delegato ADI Veneto e Trentino Alto Adige; Claudio Contercoordinatore nazionale del GIARCH Coordinamento nazionale giovani architetti italiani; Paola Carimatigiornalista; Monica Carottadirettore Area Sviluppo Imprese di Trentino Sviluppo; Valentina Crocigiornalista; Franco PaternoGruppo Paterno; Federica Rensi, di Tramontin Arredamenti. Entro dicembre 2015 la giuria indicherà i progettisti selezionati.
 
Maggiori informazioni su www.trentinosviluppo.it e su www.designhub.it/puntodesign
 
Per maggiori informazioni:
Doriana Prudel e Massimo Zorzi
tel. (+39) 0464.443111
 
ORGANIZZAZIONE
Responsabile Progetto Trentino Sviluppo: Monica Carotta
Responsabile Scientifico Dip. di Design Politecnico di Milano: Venanzio Arquilla
Responsabile Scientifico Dip. di Economia e Management Università di Trento: Umberto Martini 
Coordinamento progetto: Doriana Prudel e Massimo Zorzi
 
UFFICIO STAMPA
Trentino Sviluppo
Davide Modena, davide.modena@trentinosviluppo.it, cell. 366.6614424
Dip. Design - DesignHUB - Politecnico di Milano
Ilaria Vitali, puntodesign@designhub.it, cell. 339.8483705
 
PUNTO DESIGN - TRENTINO INNOVATION FACTORY
Punto Design - Trentino Innovation Factory è lo sportello di Trentino Sviluppo per supportare le imprese trentine nei loro processi di innovazione. L’obiettivo specifico del servizio è quello di favorire la crescita delle imprese sfruttando le potenzialità strategiche del design, con un rinnovato approccio che riguarda l’intero sistema-prodotto aziendale (prodotto, comunicazione e servizio). Punto Design intende supportare le imprese che vogliono cogliere e sfruttare le opportunità di sviluppo, rinnovando il proprio business con una visione orientata all’individuazione di nuovi prodotti, processi e servizi. Punto Design – Trentino Innovation Factory erogherà: servizi individuali per le aziende locali; bandi settoriali per le aziende e professionisti del settore del design; attività di formazione e sensibilizzazione su differenti tematiche afferenti il design e l’innovazione; ricerca e creazione di opportunità e reti a livello nazionale ed internazionale attraverso la partecipazione ad eventi e progetti di ricerca (nazionali ed europei).
Il modello operativo di Punto Design prevede: l’individuazione, congiuntamente con l’impresa, dei processi e scenari più interessanti in relazione al proprio mercato obiettivo; il supporto nell’attuazione degli stessi con attività di project management ed il supporto al reperimento di eventuali supporti finanziari.
 

Apre la prima edizione del Concorso patrocinato da POLI.design
In palio tre premi da 5.000 euro oltre ad un contratto per i diritti d’autore 
DEADLINE 16 novembre 2015

Trentino Sviluppo – Punto Design in collaborazione con il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano ed il Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Trento con il patrocinio di ADI, ADI Delegazione Veneto e Trentino Alto Adige, POLI.designDesignHUBDipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Trento ed il coordinamento nazionale dei Giovani Architetti Italiani lancia il Concorso TRENTINO DESIGN 3.0 Design, Produzione e Distribuzione Locale per la valorizzazione del Territorio.
 
Trentino Design 3.0 è un innovativo concorso di design studiato in collaborazione con diversi attori trentini, attivi nella distribuzione di arredi e complementi per la casa, con l’intento di creare una filiera di produzione KM0 Design Driven a supporto delle capacità produttive locali, costruendo una relazione stabile tra design, distribuzione e imprese trentine.
 
Il concorso è innovativo su tre punti:
  1. design, perché fornisce una concreta opportunità di emergere a designer e progettisti in genere, cimentandosi su un tema di interesse specifico per un canale commerciale, con una formula che prevede un premio in 5000 Euro oltre ad un contratto per i diritti d’autore con un’azienda locale;
  2. produzione, perché permetterà alle imprese trentine di poter inserire in catalogo un nuovo prodotto con un canale distributivo certo in collaborazione con il designer vincitore della selezione;
  3. distribuzione, perché permetterà ai canali distributivi trentini di valorizzare le produzioni locali costruendo una nuova relazione con gli utenti, sperimentando una produzione a KM0 per la rilocalizzazione produttiva valorizzando il capitale territoriale.
Il concorso è rivolto a giovani progettisti / designer, tre sono i temi progettuali, concordati con i canali distributivi: STENDI-STIRA, Mini Desk - SUPPORTO MOBILE, OPEN KIT - SISTEMA ASSEMBLABILE.
 
In palio tre premi da 5.000 euro oltre ad un contratto per i diritti d’autore per ciascuno tema/progetto premiato.
 
Giudicati da un’apposita giuria, i partecipanti dovranno interpretare uno dei tre temi proposti, inviando i loro progetti rigorosamente inediti – entro le ore 18.00 del 16 novembre 2015 – attraverso il modulo di partecipazione scaricabile dal sito www.designhub.it/puntodesign
 
La giuria intende rappresentare le diverse “anime” che sono il vero valore aggiunto del concorso Trentino Design 3.0: quella delle competenze accademiche e tecniche, dei professionisti, ma anche dei circuiti commerciali che fin dall’inizio hanno sposato l’iniziativa, impegnandosi a valorizzare gli oggetti che saranno l’esito finale del concorso, proponendoli nei propri punti vendita.
Nello specifico la giuria è composta da:
  • Francesco Trabucco, professore ordinario di Disegno Industriale al Politecnico di Milano, architetto e designer;
  • Venanzio Arquilla, professore associato del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, coordinatore del progetto;
  • Michela Baldessari, architetto designer, membro delegato ADI Veneto e Trentino Alto Adige;
  • Paola Carimati, giornalista;
  • Monica Carotta, direttore Area Sviluppo Imprese di Trentino Sviluppo;
  • Valentina Croci, giornalista;
  • Franco Paterno, Gruppo Paterno;
  • Federica Rensi, Tramontin Arredamenti.
Entro dicembre 2015 la giuria indicherà i progettisti selezionati.
 
Tutte le informazioni sul contest sono disponibili su www.designhub.it/puntodesign 
 
Oppure
Doriana Prudel e Massimo Zorzi
tel. +39 0464 443111 
 
Responsabile Progetto Trentino Sviluppo:
Monica Carotta
Responsabile Scientifico Dip. di Design Politecnico di Milano:
Venanzio Arquilla
Responsabile Scientifico Dip. di Economia e Management Università di Trento:
Umberto Martini 
Coordinamento progetto: 
Doriana Prudel e Massimo Zorzi
 
PUNTO DESIGN – TRENTINO INNOVATION FACTORY
Punto Design - Trentino Innovation Factory è lo sportello di Trentino Sviluppo per supportare le imprese trentine nei loro processi di innovazione.
L’obiettivo specifico del servizio è quello di favorire la crescita delle imprese sfruttando le potenzialità strategiche del design, con un rinnovato approccio che riguarda l’intero sistema-prodotto aziendale (prodotto, comunicazione e servizio). Punto Design intende supportare le imprese che vogliono cogliere e sfruttare le opportunità di sviluppo, rinnovando il proprio business con una visione orientata all’individuazione di nuovi prodotti, processi e servizi.
 
Punto Design – Trentino Innovation Factory erogherà:
  • servizi individuali per le aziende locali 
  • bandi settoriali per le aziende e professionisti del settore del design
  • attività di formazione e sensibilizzazione su differenti tematiche afferenti il design e l’innovazione 
  • ricerca e creazione di opportunità e reti a livello nazionale ed internazionale attraverso la partecipazione ad eventi e progetti di ricerca (nazionali ed europei)
Il modello operativo di Punto Design prevede: 
  • l’individuazione, congiuntamente con l’impresa, dei processi e scenari più interessanti in relazione al proprio mercato obiettivo;
  • il supporto nell’attuazione degli stessi con attività di project management ed il supporto al reperimento di eventuali supporti finanziari.

 

SOCI
NETWORK
polidpolid


  • 
PARTNER
SOCIAL