Ecco cosa è successo il 20, 21 e 22 marzo al Circolo Filologico Milanese tra talk,  giochi, interviste e live previsti per un’intensa 3 giorni all’insegna del design.

POLI.design partner per il terzo anno di ZERO DESIGN FESTIVAL, la kermesse organizzata da ZERO, dal 20 al 22 marzo 2015, per dare spazio ai protagonisti della comunità internazionale del settore. 

 
Nuova location per l’edizione 2015 che si è spostata al Circolo Filologico Milanese, la più antica associazione culturale della città. 
Invariato, invece, lo spirito di questa tre giorni che, da tradizione, ha giocato d’anticipo sulla Design Week milanese, riunendo i principali esponenti della comunità internazionale: designer, critici, imprenditori, giornalisti, studenti, professori, architetti, curatori e tutti gli ospiti invitati hanno avuto la possibilità di confrontarsi, raccontarsi e divertirsi condividendo la propria esperienza.
Il tema scelto quest’anno è stato “Benvenuti a Milano”, un saluto rivolto a tutti i visitatori che arriveranno a Milano per l’Esposizione Universale.
La manifestazione vantava per questa edizione la curatela di quattro dei più rappresentativi designer della nuova scena italiana Odoardo Fioravanti, Giulio Iacchetti, Lorenzo Palmeri e Matteo Ragni.
 
Anche per quest’anno POLI.design era presente con alcuni tra i migliori studenti dei propri Master e Corsi che si sono cimentati in ben 2 workshop live.
 
Il primo workshop ha visto il coinvolgimento degli studenti dei Master Universitari in Brand Communication e Service Design che hanno lavorato al brief lanciato da Expo in città: divisi in 4 squadre capitanate da tutor specializzati in branding, i partecipanti si sono sfidati nella reinterpretazione creativa del logo di Expo in città. 
Fabio Iodice, Isabella Pastorino, Davide Carlà e Ciro Avino: questi i nomi degli studenti del team vincitore che ha lavorato, con la supervisione dei coach Sara Bianchi eAndrea Zambardi, alla migliore idea creativa che verrà sviluppata all’interno della linea di merchandising ufficiale di Expo in città.
 
Sono tutti studenti del Master Universitario in Industrial Design Engineering and Innovation, invece, i giovani designer che si sono cimentati nel workshop SAN CARLO per l'elaborazione di una nuova idea di espositore da banco per chips e snack prodotti dall'azienda leader del settore.
Domenica 22 marzo, giorno di chiusura del festival, è stato annunciato il progetto vincitore anche di questo secondo workshop, realizzato da Alessandro Dadone, Valerio Lupia e Carmen Garnia Limpias con la supervisione di Philippe Tabet. 
 
Confermati anche per quest'anno i format vincenti delle scorse edizioni del festival:  il quiz “Mai dire design”, dove le principali testate di settore hanno affrontato un questionario a tema su design e architettura, l’asta “PR d’incanto”, dove sono stati battuti all’asta gli oggetti di design offerti dai più importanti press office di Milano. Il ricavato dell’asta sarà devoluto al consorzio “Farsi Prossimo” per sostenere le attività di “CasAmica”, casa di accoglienza per le mamme in difficoltà e i loro bambini, in fase di ultimazione a Monza. Per chiudere in bellezza, nella giornata di domenica, Alessandro Mendini ha parlato di "Alterità" in una lecture molto seguita dal pubblico presente.
Novità della terza edizione, la collaborazione con la Scuola Montessori Bilingue di Milano e Spazio PICCOLI e Grandi di Spaziopensiero Onlus, con i quali sono stati avviati laboratori, proiezioni e letture legate al design per i più piccoli.
E tutte le sere il festival si è chiuso con aperitivo e i Dj set “Design shake”.
 
Guarda le immagini dei tre giorni dello Zero Design Festival:
 
 
Ti sei perso le edizioni precedenti? Guarda cosè è successo cliccando qui: ZdF2014 e ZdF2013
 
#zerodesignfestival
#zerofuorisalone
 
Per informazioni  
Ufficio Comunicazione POLI.design
+39 02 2399 7201
 
SOCI
NETWORK
polidpolid


  • 
PARTNER
SOCIAL