POLI.design E REGIONE LOMBARDIA INSIEME PER LA MOBILITÀ TRANSNAZIONALE DEI GIOVANI DESIGNER 

20 maggio 2014, ore 16.30, Politecnico di Milano, Campus Bovisa. 
Scopri
 i 6 vincitori del progetto Design MOV.IN. e due nuovi bandi di Regione Lombardia 

Un incontro per presentare in anteprima:
i risultati del progetto Design MOV.IN. nell’esperienza di 6 giovani designer lombardi e i loro progetti sul tema delle Smart Communities;
2 nuovi bandi della Regione Lombardia per l’avvio o lo sviluppo di start up culturali e creative.
 
Si è svolto presso l’aula CT57 del Campus Bovisa del Politecnico di Milano, l’evento conclusivo del progetto Design MOV.IN. (Design MOVing INnovation), il concorso promosso da POLI.design e finanziato da Regione Lombardia con risorse del Fondo Sociale Europeo e da Fondazione Cariplo.
 
A partire dal concorso Design MOV.IN. ideato per stimolare la creazione di opportunità di lavoro internazionali per giovani professionisti offrendo loro uno stage presso studi professionali, aziende e università nei paesi dell’Unione Europea, il racconto dei sei giovani professionisti vincitori è stato l’occasione per parlare dell’importanza della mobilità transnazionale per i designer che si affacciano al mondo del lavoro, presentando anche 2 nuovi bandi promossi dalla Regione Lombardia destinati all’avvio di start up culturali e creative in Lombardia, ma anche allo sviluppo o al rilancio di realtà esistenti. 
 
A quasi un anno dal lancio del bando, l’evento di martedì 20 maggio ha presentato in primis al pubblico i vincitori e gli esiti del progetto. Hanno potuto partecipare giovani designer, inoccupati o disoccupati, residenti o domiciliati in Lombardia, che hanno presentato progetti focalizzati sulla promozione culturale e sulla crescita e sviluppo “smart” dei centri urbani, da applicare al territorio milanese e lombardo.
Francesca Randone*, Alessandro Arienti, Alberto Casati, Daniele Tamborini, Virginia Vivaldi e Zeineb Nbiba - questi i nomi dei 6 giovani professionisti vincitori del concorso che hanno da poco concluso il proprio tirocinio presso una delle 6 strutture europee ospitanti in Olanda, Belgio, UK, Spagna e Germania* - hanno avuto così la possibilità di presentare le proprie proposte in materia di SMART COMMUNITIES a studenti, colleghi e addetti al settore e di trasmettere loro il valore dell’esperienza realizzata grazie a questa iniziativa.
 
Si tratta, più nello specifico, di 6 progetti diversi, accomunati dall’obiettivo di raggiungere un modello di sviluppo sostenibile che possa portare benefici alla collettività sia nel breve sia nel lungo periodo: dal servizio dedicato alla mobilità sostenibile in città per genitori, come la carrozzina da associare alle biciclette in bike sharing, alle proposte di partecipazione condivisa, come l’idea di sfruttare i momenti e gli spazi urbani dell'attesa proiettando spot interattivi per stimolare il cittadino ad interagire con l'amministrazione pubblica per la risoluzione di specifiche problematiche; dallo sviluppo di un’applicazione gratuita scaricabile sul proprio smartphone, utile sia al cittadino lombardo sia al turista occasionale, fino alla proposta di un sistema sostenibile di luoghi dedicati all'agricoltura, alla nutrizione, alla vita sociale e culturale nelle cascine di Milano per promuovere la coltivazione e il consumo di prodotti a km 0 in un servizio in cui i cittadini partecipano e guadagnano punti sulla base del loro impegno e dei servizi offerti fisicamente alla comunità, che possono poi spendere per l'acquisto scontato dei prodotti. 
 
Processi e servizi innovativi, inclusivi, partecipativi, democratici e personalizzabili, in risposta alle moderne sfide sociali e tecnologiche nei settori della mobilità, della cultura e del turismo, dell’efficienza energetica, nel rispetto dei requisiti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica e della centralità delle esigenze dell’individuo e della comunità.
 
Ed è stato proprio Giulio Maternini, membro del CdA della Fondazione Cluster Tecnologie per le Smart Communities della Regione Lombardia e Professore dell’Università degli Studi di Brescia, Straordinario di Tecnica e Pianificazione Urbanistica, ad introdurre la presentazione di questi 6 progetti, con una riflessione declinata nei temi della mobilità e della progettazione urbanistica, sulle prospettive di crescita futuribili per il territorio Lombardo in ottica Smart e su come questa direzione rappresenti l’unica via da intraprendere per lo sviluppo sostenibile di un territorio. 
 
Un’occasione importante per POLI.design che, in sinergia con le Istituzioni lombarde, si conferma polo attivo nel favorire l’occupazione e ampliare le opportunità professionali dei giovani designer. E soprattutto un’esperienza che non si conclude con l’evento del 20 maggio, ma prosegue con la presentazione in anteprima di due nuovi progetti rivolti a giovani imprenditori e start up promossi dalla Direzione Generale Culture, Identità ed Autonomie della Regione Lombardia.
 
Si tratta di due nuovi bandi che Regione Lombardia promuove, nel primo caso, per sostenere l’avvio di start up culturali e creative in Lombardia e l’accesso a fondi pre-seed, e, nel secondo caso, per incentivare la nascita di nuove imprese lombarde (Start Up), oltre che lo sviluppo di quelle già esistenti (Re-Start).
 
*Le sei strutture ospitanti: 
SPRINGTIME. Uno studio con sede ad Amsterdam che fornisce consulenza strategica e progettazione integrata, ricerca nel design, concept design e industrial design;
STRATEGIC DESIGN SCENARIOS. Un laboratorio di innovazione sostenibile specializzato nella progettazione strategica, sviluppo di scenari, di co-progettazione con gli utenti e gli approcci centrati comunità basato a Bruxelles;
STUDIO PETER VAN RIET. Uno studio ibrido che, ad Anversa, lavora e collabora a stretto contatto con professionisti specializzati in diversi ambiti;
BRAINS4DESIGN GROUP. Uno studio con sede a Monaco in cui designer lavorano con un  gioco di squadra fatto di consulenza e design;
SAN PABLO CEU UNIVERSITY. Università fondata 75 anni fa a Madrid per formare personale e professionale per i futuri leader della società spagnola;
MARCEL MAUER STUDIO. Studio creato a Londra nel 2011 da Lorenzo Baldini e Antonio Pisanò con l’incoraggiamento e il patronato di Marcel Mauer per promuovere l’interesse verso l’architettura contemporanea.
 
* Il progetto Baby Pram, realizzato da Francesca Randone nell'ambito di Design Moving Innovation, ha inoltre ha conquistato il primo posto nella graduatoria della commissione della Regione Lombardia: uno speciale Bike Sharing dedicato a mamme e papà dinamici e contemporanei che devono spostarsi per la città in modo pratico e veloce per conciliare il ruolo di genitori attenti alle proprie professioni e agli impegni della quotidianità.
 
Press Contact:
Ufficio Comunicazione POLI.design 
Tel. (+39) 0223997201
 

Design Moving Innovation è un progetto di stage riservato a designer residenti o domiciliati in Lombardia, presso selezionati studi professionali, aziende e università europee, per lo sviluppo di progetti innovativi sul tema delle Smart Communities destinati al territorio lombardo e milanese.

Al termine dei lavori di valutazione delle candidature pervenute per il progetto Design Moving Innovation, POLI.design è lieto di annunciare i nominativi dei giovani designer selezionati e le rispettive strutture di destinazione:

SpringtimeFrancesca Randone
Brains4Design GroupAlessandro Arienti
San Pablo CEU UniversityAlberto Casati
Marcel Mauer StudioDaniele Tamborini
Studio Peter Van RietVirginia Vivaldi
Strategic Design ScenariosZeineb Nbiba
La selezione è avvenuta attraverso una valutazione curriculare e del portfolio, e attraverso un colloquio con le strutture ospitanti. I criteri su cui si è basata la valutazione sono stati:
  • rispondenza ai requisiti per la partecipazione;
  • qualità cv e portfolio;
  • qualità dell’idea progettuale proposta e sua adeguatezza rispetto alla struttura selezionata

Gli stage verranno avviati il 4 Novembre e termineranno il 4 Aprile.

Desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato inviando la propria candidatura e si sono interessati al progetto.

Vi invitiamo inoltre a tenervi aggiornati sulle nostre attività al sito www.polidesign.net.

 
Il progetto è finanziato da:

 

DESIGN MOVING INNOVATION/POLI.DESIGN MEETS EUROPE: descrizione del progetto

PERCHÈ:per favorire l’occupazione di giovani designer e sostenere un’esperienza che migliori le opportunità professionali del lavoratore.
CHI:giovani designer residenti o domiciliati in Lombardia, inoccupati o attualmente disoccupati.
COSA:il progetto da sviluppare nello studio/azienda/università riguarda il tema delle Smart Communities da applicare al territorio lombardo e milanese.
DOVE:in studi, aziende e università selezionate in Belgio, Olanda, Spagna, Germania.
QUANDO:lo stage inizierà a Ottobre 2013 e durerà 5 mesi.
COME:POLI.design sosterrà le spese di viaggio, vitto, alloggio, assicurazione dello stagista attraverso il contributo di Regione Lombardia e Fondo Sociale Europeo.
 

Le candidature sono state chiuse il 18 settembre 2013.

SOCI
PARTNER
SOCIAL