• Fashion Design
Master

Fiber Design and Textile Processes

Master non attivo. Ora disponibile come Corso breve di Alta Formazione.

Corso

Ora disponibile come Corso breve di Alta Formazione Textile Frontiers

Il Made in Italy è un ambito molto vasto che racconta l’Italia dell’eccellenza, del bello e ben fatto; spesso, però, si associa ad un abito, un accessorio o un arredo, non ci si riferisce al materiale con cui sono realizzati tali prodotti. Nel settore tessile, invece, esiste un know how che permette all’Italia di essere tra i migliori produttori al mondo non solo per quanto riguarda l’abbigliamento, ma anche nell’ambito del tessile tecnico, dove la fanno da padrone i nuovi materiali polimerici. Il processo tessile non indica solo il settore abbigliamento e moda, ma anche tutti quegli ambiti dove i materiali high tech vengono utilizzati per le loro caratteristiche prestazionali abbinate alla leggerezza.
Lo scopo del Master è quello di approfondire, grazie alla partecipazione diretta delle aziende di settore, una “cultura tessile” contemporanea che apra nuove tipologie di percorsi di ricerca sulle fibre innovative; parallelamente alle fibre “nobili” tradizionali, pur riconoscendone l’alto valore aggiunto, si vuole far emergerela grande importanza dell’attuale panorama tessile, le competenze necessarie per comprendere questo settore, mettendone a fuoco i diversi impieghi tecnici e nel design dei prodotti industriali.
E proprio il mondo dell’industria è il riferimento professionale per i partecipanti al master, un mondo in cui è necessario conoscere il processo produttivo e i materiali per poter scegliere con competenza la soluzione migliore tecnica per la realizzazione di un prodotto innovativo.

Testimonianze

Ascolta le testimonianze dei nostri ex- Alumni

Didattica

Sede

POLI.design
via Don Giovanni Verità, 25 - Milano

Obiettivi Formativi

L’obiettivo del Master in Fiber Design e Textile Processes è quello di conoscere e comprendere l’evoluzione della ricerca tessile italiana e la continua sperimentazione innovativa che le aziende sviluppano nei settori più tradizionali del Made in Italy.
Nel settore tessile, c’è un know-how che consente all’Italia di essere tra i migliori produttori al mondo, non solo per l’abbigliamento ma anche per i tessuti tecnici, in particolare i nuovi materiali polimerici.
Le fibre polimeriche rappresentano oggi circa il 70% del mercato e le applicazioni sono:
strutture per automotive, aerospaziale, navale, ferroviario e militare;
parti strutturali con alta resistenza e peso ridotto;
indumenti di protezione per attività sportive, lavoratori industriali e militari;
postetica per arti o organi artificiali;
automazione domestica avanzata.
Tutto questo combinato con l’ultimo sviluppo web: IoT (Internet of Things).
Gli “oggetti intelligenti” sono il futuro dell’integrazione uomo-macchina e il processo di produzione tessile può utilizzare l’IoT per tutte le applicazioni rese disponibili da nuovi polimeri.
I tessuti tessili si stanno evolvendo e molto probabilmente la ricerca è la soluzione migliore per trovare un collegamento tra estetica e funzionalità.
Il Master in Fiber Design e Textile Processes è stato creato perché è necessario esplorare i nuovi materiali che oggi descrivono l’innovazione del settore 4.0, fondato e lanciato da due centri di eccellenza: Città Studi Biella con la sua tradizione di competenze tecniche e il Politecnico di Milano.
L’obiettivo è offrire un programma educativo unico fornendo conoscenze e competenze di qualità per la progettazione di fibre innovative e nuovi materiali tra cui Internet of Things (IoT) e sostenibilità ambientale, grazie alle aziende locali coinvolte in tutto il programma accademico e al loro generoso sostegno.

Moduli Didattici

LE FIBRE: DALLE ORIGINI AI NUOVI POLIMERI HIGH-TECH
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sulle fibre (naturali, artificiali e sintetiche) organiche e inorganiche. Si analizzeranno le caratteristiche base, le proprietà e le performance in base alla destinazione d’uso delle diverse fibre.

Argomenti
Le fibre
Introduzione alle fibre organiche
Introduzione alle fibre inorganiche
Le caratteristiche e gli ambiti di applicazione

PROCESSI DI PRODUZIONE DELLE FIBRE CHIMICHE E TECNICHE
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sui processi di produzione delle fibre chimiche (artificiali e sintetiche) e delle fibre inorganiche (es. fibra vetro e di boro). Si analizzeranno i loro processi di produzione dalla sintesi al filo continuo.

Argomenti
Processi di sintesi dei monomeri
Processi di polimerizzazione
La filatura
La trasformazione delle fibre continue in discontinue

TECNOLOGIE INDUSTRIALI DEI PROCESSI DI PRODUZIONE
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sui processi e sui macchinari relativi alle lavorazioni di trasformazione delle fibre tessili, analizzando i diversi cicli anche in funzione del tipo di fibre che vi si lavorano.
Argomenti
Il ciclo di filatura
Il ciclo di tessitura ortogonale
Il ciclo di tessitura a maglia
Il processo di confezionamento

NON- WOVEN TEXTILE MATERIALS
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sulle proprietà, sui settori applicativi e sulle tecnologie di produzione dei non-tessuti.
Argomenti
Storia dei non-tessuti
Le proprietà
I settori applicativi
Tecnologie di produzione

ADVANCED COMPOSITE MATERIALS
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sulle proprietà, sui settori applicativi e sulle tecnologie di produzione dei compositi.
Argomenti
Storia dei materiali compositi
I costituenti
Le proprietà
I settori applicativi
Tecnologie di produzione

PROCESSI DI NOBILITAZIONE DEL PRODOTTO
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sulle fasi di tintura e finissaggio per tessuti tecnici. Particolare rilevo sarà dato alle proprietà che si vogliono ottenere anche sotto l’aspetto del comfort termo-fisiologico del prodotto finale.
Argomenti
La tintura
Finissaggio
Finissaggi speciali

CONTROLLO QUANTITATIVO E QUALITATIVO DEL PRODOTTO TESSILE
Obiettivi
Introdurre il concetto di qualità del prodotto tessile e trasferire conoscenze sui normali controlli qualitativi effettuati in azienda (in entrata e in uscita), nonché sulla valutazione oggettiva delle cause delle principali difettosità riscontrabili sui prodotti tessili, le soluzioni per la loro diminuzione, tenuto conto delle caratteristiche del prodotto stesso.

Il controllo quantitativo e qualitativo del prodotto tessile
Il controllo del processo

QUALITÀ DI PRODOTTO E DI SISTEMA
Obiettivi
Comprendere gli strumenti di gestione aziendale ed il loro impatto sul controllo e sul miglioramento dei processi e di tutte le variabili in gioco per raggiungere gli obiettivi definiti.
Conoscere le principali certificazioni sul prodotto tessile sia come strumenti per assicurare la conformità dei prodotti a specifici requisiti, che per valorizzare sul mercato i prodotti stessi.
Le certificazioni di sistema
Le certificazioni di prodotto
Legislazione cogente applicabile al prodotto

IL PROCESSO DI RICERCA E SVILUPPO
Obiettivi
Fornire una descrizione del processo di innovazione che consente a partire dall’idea di arrivare allo sviluppo del prodotto/processo finito.
Argomenti
Lo sviluppo dell’idea
La ricerca di laboratorio
Lo sviluppo dei prototipi
Il processo di scale-up

GLOBAL SUPPLY CHAIN
Obiettivi
Fornire una panoramica sulla gestione della catena di distribuzione con l’obiettivo di controllare le prestazioni e migliorarne l’efficienza.
Argomenti
attività logistiche delle aziende
efficienza dei processi di approvvigionamento
la catalogazione sistematica dei prodotti e il coordinamento strategico dei vari membri della catena di distribuzione.

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE
Obiettivi
Fornire una panoramica sul processo produttivo che comprende le attivita` che devono essere gestite armonicamente e in maniera coerente per raggiungere gli obiettivi e le scelte strategiche effettuate dall’ Impresa.
Argomenti
Organizzazione e progettazione
Approvvigionamento
Realizzazione
Controllo

SCENARI DI INNOVAZIONE NEL SETTORE TAM
Obiettivi
Fornire una panoramica generale sull’innovazione nel settore e le prospettive di sviluppo.
Approfondire gli scenari tecnologici più innovativi.

PROGETTAZIONE E DESIGN

DESIGN E CULTURA DEL PROGETTO
Obiettivi
Fornire una panoramica attuale sulla cultura del progetto contemporanea
Argomenti
Fenomenologia del contemporaneo
Sistema Moda e storia della moda
Sociologia dei consumi
Marketing creativo

RICERCA E SVILUPPO TRENDS
Obiettivi
Cosa è e come si fa la ricerca per il progetto
Argomenti
Metodologie di ricerca trends
Scenaristica
Metaprogetto
Design strategico
Design direction

PROGETTAZIONE E SVILUPPO COLLEZIONE
Obiettivi
Fornire gli strumenti progettuali per la costruzione di una collezione
Argomenti
Tecniche grafiche
Comunicazione visiva
Merceologia del prodotto
Project Work: progetto svolto in collaborazione con un’azienda del settore di riferimento

PROGETTARE CON IL TESSUTO: LIFESTYLE DESIGN
Obiettivi
Fornire gli strumenti progettuali per la costruzione di una collezioni tessili non propriamente legate all’ambito moda o abbigliamento ma da applicare nei diversi settori (automotive, contract, sanitario, della sicurezza, ecc)
Argomenti
Merceologia del prodotto
Project Work: progetto svolto in collaborazione con un’azienda del settore di riferimento

TECNOLOGIE E TESSUTI INNOVATIVI
Obiettivi
la ricerca in questo settore è oggi orientata verso progetti fortemente innovativi, in grado di tradursi in innovazioni di tipo radicale, risultanti dall’incrocio di tecnologie adatte ad applicazioni che, partendo dal quelle più tradizionali legate al tessile, sfocino nei comparti di utilizzo emergenti quali ad esempio le applicazioni industriali, medicali, geotessili, ecc.
Argomenti
sviluppo di fibre plurifunzionali ottenute con l’utilizzo delle nanotecnologie
sviluppo di fibre termoregolatrici e/o contenenti sostanze a graduale rilascio ottenute mediante additivazione di microcapsule in fase di estrusione
sviluppo di fibre innovative ottenute da blend polimerici vergini o di riciclo ottenute con additivazione di blend polimerici vergini o di riciclo

DESIGN PER LA SOSTENIBILITA’ NEL SETTORE TESSILE
Obiettivi
L’obiettivo è di fornire a partecipanti i saperi, le sensibilità, gli strumenti e i metodi per integrare i requisiti di sostenibilità nella progettazione dei prodotti e di servizi, con particolare riferimento al settore tessile.

DESIGN PER LA SOSTENIBILITÀ
Argomenti
lo sviluppo sostenibile;
l’evoluzione del ruolo e dell’importanza del design per la sostenibilità.

METODI E STRUMENTI DI LIFE CYCLE DESIGN (LCD)
Argomenti
il concetto e la progettazione del ciclo di vita (Life Cycle Design);
le strategie per lo sviluppo di prodotti a basso impatto ambientale;
i metodi e gli strumenti di supporto al design per la sostenibilità ambientale: orientamento alla progettazione e analisi dell’impatto ambientale dei prodotti (Life Cycle Assessment, LCA).

OFFERTA E PROGETTAZIONE DI SISTEMI DI PRODOTTIO SERVIZI-SOSTENIBILI (S.PSS)
Argomenti
Sistemi di Prodotto-Servizio Sostenibili per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica;
Approcci, metodi e strumenti per la progettazione di Sistemi di Prodotto-Servizio Sostenibili.

SOSTENIBILITA’ E AMBITI DI APPLICAZIONE
Obiettivi
Obiettivo del corso è quello di affrontare la riduzione dell’impatto ambientale dei processi che nel settore tessile abbigliamento sono contraddistinti usualmente da un environment: footprint dei processi tintoriali.
Argomenti
Il ciclo tessile e l’impatto sull’ambiente
Impatto ambientale dei cicli tintoriali
Impatto ambientale dei processi di finissaggio

CHIMICA TESSILE
Obiettivi
Obiettivo del corso è quello di analizzare gli aspetti di chimica tessile per quanto riguarda coloranti e ausiliari impiegati nei cicli produttivi, con particolare riguardo alla loro formulazione e ai possibili impatti sull’uomo e sull’ambiente. Saranno inoltre analizzate le molecole naturali di possibile interesse.
Argomenti
Caratteristiche delle diverse classi di coloranti
Caratteristiche degli ausiliari e loro composizione
Effetti sull’uomo e sull’ambiente
I coloranti e gli ausiliari naturali

GESTIONE DELLA SOSTENIBILITA’ CHIMICA
Obiettivi
Obiettivo del corso è quello di analizzare le soluzioni tecnologiche per la riduzione dell’impatto ambientale dei diversi cicli produttivi.
Argomenti
Il riciclo delle acque reflue
La valorizzazione energetica degli scarti di lavorazione
L’efficientamento energetico delle apparecchiature e degli impianti
Lo sviluppo di nuove tecnologie a basso impatto ambientale

REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO
Obiettivi
Obiettivo del corso è quello di analizzare nel dettaglio le normative ambientali e le varie certificazioni di qualità ambientale ottenibili per i prodotti /processi.
Argomenti
Le certificazioni e il loro valore ambientale
Analisi delle diverse certificazioni ottenibili e loro caratteristiche
Certificazioni e marketing

I.O.T.
Obiettivi
L’obiettivo dell’IoT è far sì che il mondo elettronico tracci una mappa di quello reale, dando un’identità elettronica alle cose e ai luoghi dell’ambiente fisico. Gli oggetti e i luoghi “catalogati” o in grado di “catalogare” comunicano informazioni che possono essere trasmesse in rete o a dispositivi mobili come i telefoni cellulari.
Argomenti
I principali domini applicativi ed ambiti operativi interessati dallo sviluppo della IoT sono riportati sinteticamente nel seguente elenco:
Industria e processi industriali
Domotica
Robotica
Avionica
Industria automobilistica
Biomedicale
Monitoraggio in ambito ambientale
Telemetria
Reti wireless di sensori
Sorveglianza
Rilevazione eventi avversi
Smart grid e Smart City
Sistemi Embedded
Telematica

ARCHITETTURE E PROGETTAZIONE I.o.T.
Obiettivi
Acquisire le conoscenze di base per sviluppare modelli di architetture ed infrastrutture IoT che possano essere utilizzate nell’ambito dello sviluppo dei nuovi materiali interconnessi.
Un progetto IoT comincia dallo studio della sua architettura. Le architetture di un progetto utilizzano spesso un massa di dispositivi disomogenei e vari protocolli di comunicazione. La scelta di quale architettura è alla base del corretto funzionamento di un progetto IoT. E’ necessaria la conoscenza dei protocolli, delle classi dei dispositivi e delle possibilità di interconnessione.

I.o.T. e PLM (Product lifecycle management)
Obiettivi
La gestione del ciclo di vita dei prodotti è un tema sempre più importante in tutta la catena del valore, perché grazie alle nuove tecnologie disponibili coinvolge spesso gli utenti finali. Creando nuove e irrinunciabili prospettive anche in termini di vantaggi competitivi sul punto vendita. Scoprire come i nostri prodotti e servizi diventano intelligenti e come si accompagnano i clienti nella loro customer journey sia in ambito B2B sia B2C. Riprogettare la gestione dell’informazione, dalla fase di ideazione a quella di smaltimento o ricondizionamento. Grazie all’evoluzione tecnologica portata dalla Internet of Things, la supply chain può avvantaggiarsi di un nuovo ecosistema collaborativo a valore aggiunto. Se le cose diventano intelligenti e comunicanti, infatti, il PLM si arricchisce di una quantità di informazioni preziose a supporto di una filiera capace di creare un circolo virtuoso tra produttori e consumatori, integrando Business Intelligence, Analytics e informazioni dai clienti, rendendo non solo i prodotti migliori, ma anche permettendo di erogare servizi intelligenti e mirati.

I.o.T.: MAKE, BUY, CUSTOM OR OFF THE SHELF
Obiettivi
Sono presenti sul mercato molteplici componenti. Come tutti i sistemi informativi complessi, ognuno dei componenti del sistema va soggetto ad un valutazione che può portare a scegliere componenti o architetture già presenti sul mercato, oppure componenti che vengono realizzati custom o che mi realizzo da solo (avendo la capacità di farlo).
Fornire gli strumenti adeguati per la creazione di un processo codificato per la scelta della tipologia di supply chain; individuare le criticità nei processi di scelta e applicazione delle tecnologie standard e non; scegliere i fornitori; individuare gli utili percorsi di R&D da affiancare al processo produttivo.

Titolo Rilasciato

Al termine del corso, al superamento dell’esame finale verrà rilasciato in inglese il diploma di Master universitario di I livello in “Fiber Design and Textile Processes”.

Sbocchi Occupazionali

Al termine del percorso didattico, lo studente avrà appreso come la tecnologia del processo tessile permetta di costruire oggetti o tessuti high tech che possono essere integrati con lo IoT. Acquisirà la capacità di progettare non solo il prodotto da un punto di vista di funzionalità ed estetica, ma anche dal punto di vista della produzione, della supply chain globale e della funzionalità rispetto alle esigenze del mercato.

Il Master in Fiber Design and Textile Processes ha come obiettivo quello di formare una figura professionale capace di comprendere, gestire e applicare in maniera tangibile le nuove fibre e i nuovi materiali per la creazione di un prodotto nei diversi ambiti in cui questo possa essere generato; quindi essere capace di trasformare la materia in un prodotto di consumo coerentemente a ciò che nella società avviene come modifica dei comportamenti e dei bisogni, sistematizzando in chiave progettuale tali modificazioni per lo sviluppo di prodotti innovativi. Al termine del percorso didattico, lo studente avrà appreso come la tecnologia del processo tessile permetta di costruire oggetti o tessuti high tech che possono essere integrati con lo IoT. Acquisirà la capacità di progettare non solo il prodotto da un punto di vista di funzionalità ed estetica, ma anche dal punto di vista della produzione, della supply chain globale e della funzionalità rispetto alle esigenze del mercato.

Ammissione

Requisiti

Il Master universitario è riservato a candidati in possesso di Diploma universitario o Laurea V.O., Laurea o Laurea Specialistica/Magistrale N.O. in Architettura, Disegno Industriale, Ingegneria, in discipline economiche (Economia) o discipline scientifiche (Chimica, Informatica, Fisica).. La Commissione si riserva di ammettere candidati in possesso dei suddetti titoli in discipline diverse da quelle sopra elencate, qualora il Master venisse ritenuto un valido completamento della formazione del candidato o delle competenze ed esperienze professionali da questi dimostrate. Per i candidati stranieri saranno considerati titoli di studio equivalenti nei rispettivi ordinamenti degli studi.

Chiudi