Food design, brand extension, creatività e etica del cucinare: questo il mix di ingredienti necessari per il successo del brand D’O

Davide Oldani ospite d’eccezione del Corso di Alta Formazione in Licensing per i Beni di Lusso, organizzato da POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano e giunto quest’anno alla sua III edizione.

Il Corso esamina le variabili imprescindibili di avvio e gestione di un processo di licensing nell'alto di gamma, analizzando le relazioni sempre più stringenti con le attività di brand extension, contract sino al merchandising. Aree e attività oggi interconnesse con un obiettivo comune: ricercare la crescita del business attraverso applicazioni del marchio che creino valore.

E non stupisce che proprio Davide Oldani sia stato coinvolto nella didattica del corso: rinomato Chef e proprietario del ristorante D’O, nel settore food è certamente il personaggio più vicino al mondo delle licenze. Avendo all’attivo la produzione di una fortunatissima linea di utensili da cucina concepiti e progettati per la valorizzare di ingredienti e pietanze, lo chef sta iniziando ad esplorare altri settori fertili per la valorizzazione di quello che, a tutti gli effetti, è diventato il brand Oldani. 
 
Il "cuoco-imprenditore" ha dunque presentato ai ragazzi l’etica del D’O, una vera e propria  filosofia di vita applicabile ben al di là dell’ambito food: “Io ho imparato dalle persone giuste e questo mi ha portato alla mia idea di cucina. Bisogna credere nelle proprie idee ed essere efficienti” afferma Oldani, aggiungendo: “Quando disegno qualcosa è per dare valore al cibo per il benessere di chi è a tavola, la funzionalità non deve essere meno importante della bellezza. Io amo il mio lavoro in cucina e lo valorizzo affinché gli altri lo possano amare. Il cibo una volta mangiato finisce, quello che conta è far sì che l’idea della mia cucina venga mantenuta”. Parole che riflettono uno dei principi alla base della corretta applicazione del licensing e cioè che ogni prodotto o servizio è la logica conseguenza di un determinato processo creativo e progettuale.
Gli studenti sono stati così effettivamente coinvolti in una sorta di brain storming, cimentandosi in un’esercitazione per l’individuazione delle possibili applicazioni del marchio D’O in grado di creare valore e mercato.
 
Ancora una volta, la voce e l'esperienza delle aziende si intrecciano con lezioni d’aula interattive, per garantire una sinergia continua tra mondo spiegato e mondo reale e assicurare ai partecipanti del corso una preparazione adeguata.
 
Tra i prossimi ospiti del Corso: Daniele Cordero di Montezemolo, co-direttore del Corso, Antonio Ghini, per molti anni Direttore Comunicazione e Brand di Ferrari, Vincenzo Finizzola, Direttore del Four Seasons Hotel Milano e Paolo Balistrieri, Responsabile Anticontraffazione Sud Europa per Louis Vuitton.
 
La IV edizione del corso in Licensing per i Beni di Lusso è in programma per novembre 2014.
Le iscrizioni sono già aperte.
Visita il sito del corso: www.polidesign.net/licensing
 
Per informazioni sulla didattica, si prega di contattare l’Ufficio Formazione POLI.design: formazione@polidesign.net, Tel. +39 02.2399.5864/5911/7208
 
SOCI
PARTNER
SOCIAL