Scopri i vincitori della Design Competition. Totale premi: € 13.500, una mostra all’interno della International Art Fair di Guangzhou e un colloquio di lavoro.

Categoria A - lo spazio della casa: Leonardo Tobaldo
Categoria B - l’arredo: Agostino Narduzzo e Giulia Rancan
Categoria C - l’opera d'arte: Chiara Cesca e Anna Dariol

 
Hanno prevalso gusto minimal e attenzione all’ambiente, senso ludico e richiamo alla natura nella design competition Twin City - Civilization Redesign.
 
Nella propria proposta di concept originali di Interior Design e opere d’arte ispirati alla cultura cinese, Leonardo Tobaldo (I classificato categoria A: lo spazio della casa), Agostino Narduzzo e Giulia Rancan (I classificati categoria B: l’arredo) e  Chiara Cesca e Anna Dariol (I classificati categoria  C: l’opera d'arte) si sono distinti tra i molti in gara per la capacità di integrare i valori della tradizione occidentale e di quella cinese in soluzioni dotate di qualità estetica e coerenza progettuale.
 
Erano infatti 3 le categorie di progetto previste dal contest lanciato lo scorso giugno dallo Studio di Architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD e dalla 21^ Guangzhou International Art Fair con Itasia s.r.l. e POLI.design.
 
Chiusa la fase di candidature, la commissione giudicatrice composta da Matteo O. Ingaramo, Direttore di POLI.design, dall’Architetto Enrico de Benedetti, dal Designer Davide Groppi, dall’Interior Designer Jason Ma (Taiwan) e da  Zeng Zhen Wei (Cina), Professore d'arte e design, ha selezionato le proposte migliori per ciascuna categoria in gara premiando nello specifico: 
  • Categoria di progetto A -  lo spazio della casa
Leonardo Tobaldo: I classificato - € 2.000
Alessio Serrani e Marco Milandri: II classificati - € 1.500
Sonia Zocchi, Laura Gallazzi, Francesca Colonnelli: III classificati - € 1.000
Menzioni di merito anche a Stefano Calzone, Urte Berukstyte e Monika Petraityte Ilaria Papotti e Milena Gasparetto.
  • Categoria di progetto B - l’arredo: 
Agostino Narduzzo e Giulia Rancan: I classificati - € 2.000 
Agnese Dori: II classificata - € 1.500
Ekaterina Shchetina: III classificato - € 1.000
Menzioni di merito anche a Umberto Colasanto, Luca D'Urbino e Stefano Carta Vasconcellos.
  • Categoria di progetto C: l’opera d'arte: 
Chiara Cesca e Anna Dariol: I classificati - € 2.000
Silvia Natali: II classificato - € 1.500
Giulia Nelli: III classificato - € 1.000
Menzioni di merito anche a Mattia Marvardi e Edoardo Fraccaro, Mauro Castagnoli e Weipeng Wu.
 
Oltre al premio in denaro, i vincitori di ciascuna categoria hanno avuto l’opportunità di partecipare alla 21° Guangzhou International Art Fair, in programma dal 2 al 5 dicembre 2016, e di esporre il proprio progetto; hanno potuto, inoltre, sostenere un colloquio con lo studio di architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD, per l’eventuale formalizzazione di un rapporto lavorativo.
 
Twin City - Civilization Redesign
 
Maggiori informazioni sul Concorso e sul regolamento sono disponibili al sito www.polidesign.net/TwinCity.
 

Concorso di idee promosso dallo Studio di Architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD e dalla 21° Guangzhou International Art Fair, con Itasia s.r.l., organizzato da POLI.design.

Deadline consegna progetti Categorie A e B: 17 ottobre 2016
Deadline consegna progetti Categoria C: 3 novembre 2016
Montepremi complessivo: 13.500 €
Primo premio: 2.000 €
Possibilità di un viaggio in Cina, di una mostra all’interno della International Art Fair di Guangzhou e di un colloquio di lavoro
 
Individuare concept originali di Interior Design ispirati alla cultura cinese.
Questa la sfida di Twin City - Civilization Redesign, il Concorso promosso dallo Studio di Architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD e dalla 21^ Guangzhou International Art Fair con Itasia s.r.l., e organizzato da POLI.design.
 
La call si rivolge a studenti delle scuole d'arte e di design e a progettisti e creativi under 35, italiani o che studiano e operano in Italia.
 
É proprio un antico motto cinese a riassumere lo spirito del contest: “lo spettatore vede più dei giocatori”: attraverso il punto di vista di giovani creativi attivi nel contesto italiano e la loro interpretazione della cultura cinese, gli organizzatori del concorso si propongono di stimolare le nuove generazioni di progettisti cinesi alla riscoperta dell'importanza della propria cultura. Molte delle caratteristiche peculiari e delle sfaccettature di questa cultura millenaria, infatti, sono state spesso trascurate o ignorate, perdendosi via via a causa dei mutamenti dettati dal recente e rapido boom dell'economia cinese.
 
Lavorando individualmente o in gruppo, i partecipanti si sono cimentati con tre differenti categorie di progetto ispirate alla cultura cinese: 
A. Lo spazio della casa;
B. l'arredo;
C. l'opera d'arte;
 
I partecipanti alle Categorie A e B del concorso hanno avuto tempo fino al 17 ottobre 2016 per inviare la propria candidatura e il proprio progetto, che dovrà essere in ogni caso inedito e sviluppato espressamente per il contest. Nello specifico, si richiede che le proposte presentate siano realizzabili e, in particolare, prototipabili, in vista della seconda fase del concorso: i promotori del concorso, con il supporto dei partecipanti, procederanno infatti alla realizzazione dei prototipi dei progetti selezionati, che verranno esposti presso la 21° Guangzhou International Art Fair, in programma dal 2 al 5 dicembre 2016 in Cina, nella città di Guangzhou.
Hanno avuto tempo fino al 3 novembre 2016 per realizzare autonomamente e presentare la propria opera d’arte quanti invece desideravano concorrere per la Categoria C del concorso.
 
 
Toccherà ad una giura di esperti, composta da rappresentanti del mondo accademico e da professionisti del settore, individuare la rosa di proposte che si saranno distinte per la coerenza, l’integrazione dei valori, la qualità estetica e la realizzabilità del progetto. Tra i membri della Giuria: Matteo O. Ingaramo, Direttore di POLI.design, l’Architetto Enrico de Benedetti, il Designer Davide Groppi,  l’Interior Designer Jason Ma (Taiwan) e Zeng Zhen Wei (Cina), Professore d'arte e design.
 
La Giuria sceglierà tre vincitori per ciascuna delle categorie di progetto in gara: il montepremi complessivo di 13.500 euro verrà così ripartito:
 
Categoria di progetto A: lo spazio della casa: 
1° classificato: € 2.000,00 
2° classificato: € 1.500,00
3° classificato: € 1.000,00
 
Categoria di progetto B: l’arredo: 
1° classificato: € 2.000,00 
2° classificato: € 1.500,00
3° classificato: € 1.000,00
 
Categoria di progetto C: l’opera d'arte: 
1° classificato: € 2.000,00 
2° classificato: € 1.500,00
3° classificato: € 1.000,00
 
Oltre al premio in denaro, i vincitori avranno l’opportunità di partecipare alla 21° Guangzhou International Art Fair e di esporre il proprio progetto; potranno, inoltre, sostenere un colloquio con lo studio di architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD, per l’eventuale formalizzazione di un rapporto lavorativo.
 
Guangzhou and Milan
Twin City - Civilization Redesign
Concorso di idee promosso dallo studio di architettura Guangzhou Yuan She Yi He Decorate Design Co. LTD e la 21° Guangzhou International Art Fair, con Itasia s.r.l., organizzato da POLI.design.
Deadline consegna progetti Categorie A e B: 17 ottobre 2016
Deadline consegna progetti Categoria C: 3 novembre 2016
Montepremi complessivo: 13.500 €
Primo premio: 2.000 €
 
Press contacts:
Ufficio Comunicazione POLI.design 
Tel.  [+39] 02.2399.7201
 
Promosso da:
Media partner:
 
 
SOCI
NETWORK
polidpolid


  • 
PARTNER
SOCIAL