Comunicazione
EARLY BIRD 10% per iscrizioni ai Master Universitari e Corsi Executive in partenza nei prossimi mesi
Scopri di più

Concorso

Porada International Design Award 2022

Le diverse tipologie di poltrone protagoniste della X edizione del contest

Concorso internazionale di idee promosso da PORADA e POLI.design, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Scadenza
15 gennaio 2023
Totale premi
10.000 €
Bando e modalità adesione

1° PREMIO PROFESSIONISTI (€ 3.000): “Ginkgo” di Niccolò Devetag
1° PREMIO STUDENTI (€ 2.000): “Xenia” di Benedetta Rocchi

Venerdì 3 febbraio, presso la Villa del Grumello, a Como, la giuria del PORADA INTERNATIONAL DESIGN AWARD 2022 ha selezionato i vincitori del concorso promosso da Porada, azienda cabiatese leader nel settore della produzione di complementi per l’arredo, e POLI.design, Società Consortile del Politecnico di Milano, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Sei i vincitori – tre nella categoria Professionisti e tre in quella Studenti – che hanno saputo cogliere lo spirito del concorso interpretando i valori e l’identità di Porada, marchio protagonista del design italiano, e proponendo progetti innovativi ed originali aventi per tema la Poltrona.

Il montepremi complessivo di 10.000 euro sarà quindi così ripartito:

Per la categoria PROFESSIONISTI:
1° premio: € 3.000: Niccolò Devetag (Italia) con “Ginkgo”
2° premio: € 2.000: Niko Kapa (Grecia) con “Stagione”
3° premio: € 1.000: Federico Degioanni (Italia) con “Allure”
Menzione speciale: Marco Valerio Agretti (Italia) con “BOLD”

Per la categoria STUDENTI:
1° premio: € 2.000: Benedetta Rocchi (Italia) con “Xenia”
2° premio: € 1.200: Michela Brescia, Valerio Cormio, Aurora Piccioni (Italia) con “Ruga”
3° premio: € 800: Andrea Somaschini (Italia) con “Chassis”
Menzione speciale: Alireza Borhani (Iran) con “DREAM WINGS”

Sono tutti progetti di grande qualità e innovazione, che si sono distinti tra le 282 candidature provenienti da tutto il mondo e presentate alla commissione giudicatrice: 143 nella categoria professionisti e 139 nella categoria studenti. Numerose le adesioni dall’Italia, e altrettanto positiva la risposta a livello internazionale: Messico, Polonia, Portogallo, Spagna, Francia, Iran, Kazakistan, Turchia, Russia, Brasile, Giappone, Cina, Ucraina, Germania, Argentina, USA, Regno Unito, Tailandia e Cuba sono soltanto alcune delle tantissime nazioni coinvolte.

A vincere il concorso per la categoria Professionisti è stato Niccolò Devetag con il progetto “Ginkgo”, una poltrona che si ispira alle forme della natura con l’obiettivo di esprimere una proposta innovativa in questa tipologia di arredi. Questo progetto prende come punto di partenza l’icona della seduta con braccioli a struttura in legno e sviluppa un dettaglio che è allo stesso tempo estetico e funzionale. Infatti la scocca esterna, riprendendo la forma tipica della foglia di Ginkgo, consente di agganciare schienali di diverse altezze e di dare vita in modo semplice e reversibile a prodotti diversi e complementari.

La seduta è accolta da un telaio in massello di noce canaletto che trova nel bracciolo, punto di contatto con il corpo, l’elemento di massima espressività delle qualità estetiche di questo materiale. La struttura, i dettagli delle cuciture e il piping dei cuscini restituiscono la capacità artigianale a tutto tondo tipica del Made in Italy, mentre l’architettura del prodotto consente di abbinare finiture diverse ai rivestimenti per un alto grado di personalizzazione e di trasversalità del prodotto finale.

Niccolò Devetag si riconferma un protagonista del Porada International Design Award: è infatti la terza volta che si classifica al primo posto – per la prima volta come professionista dopo due vittorie da studente.

Benedetta Rocchi, studentessa di Product and Interior design presso l’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma, si è invece aggiudicata il premio della categoria Studenti con “Xenia”. Dalla volontà di ricreare senso di accoglienza e quindi di calore prende forma il disegno della poltrona, un guscio protettivo che richiama l’organicità della natura.

La morfologia di Xenia è legata all’estetica del gusto contemporaneo, come pure la scelta del tessuto bouclage a fodera dell’imbottitura e la morfologia più scultorea degli assi lignei che collegano le gambe, che consentono di dimostrare, tramite i giunti nascosti e le forme organiche, la maestria dell’azienda nel trattamento del legno. Allo stesso tempo però le sue forme simmetriche, le linee regolari e le colorazioni scelte vogliono rendere omaggio allo stile classico dell’azienda, che si rivolge in particolare agli amanti della tradizione italiana.

Xenia non è una poltrona rivoluzionaria, ma offre alcune innovazioni all’occhio attento. La larghezza e bassezza della seduta offrono un modo di stare seduti che appartiene alla contemporaneità e al nuovo target di clienti. Un’altra innovazione riguarda un dettaglio estetico: Xenia sembra essere sospesa poiché, diversamente dal solito, non poggia direttamente sugli assi lignei. Per quanto riguarda la scelta delle essenze lignee, la poltrona viene originariamente pensata in noce canaletto o frassino bianco tinto canapa.

La giuria era formata da Tiziano Allievi (Presidente Porada), Bruno Allievi (Socio ed Ex Presidente Porada), Roberto de Paolis (POLI.design), Antonella Andriani (Vice Presidente ADI), Diane Tevoedjre (interior designer sudafricana), Irene Crocco (gallerista Viasaterna), Staffan Tollgard (designer svedese), Tristan Lohner (designer e deputy general manager RBC Group, francese), Stephan Julliard (fotografo francese).

Nel valutare gli elaborati la giuria ha tenuto conto di originalità, innovazione e ricerca di nuove soluzioni progettuali riferite alla lavorazione tipica del legno massello, sperimentazione sui materiali e sulle finiture superficiali, capacità dei progetti di definire e anticipare scenari d’uso e concept innovativi nell’utilizzo del mobile in legno e del complemento d’arredo contemporaneo, con particolare riguardo alle determinazioni tipologiche, tecnologiche e morfologiche.

Si comunica che la scadenza del concorso è prorogata fino alle ore 24:00 del 15 gennaio 2023

 

Totale premi: € 10.000

Bando e modalità di adesione su: www.porada.it, www.polidesign.net e www.porada-design-award.polidesign.net

 

Saranno le poltrone le protagoniste di PORADA INTERNATIONAL DESIGN AWARD 2022, il concorso internazionale di idee promosso da Porada, azienda leader nel settore della produzione di mobili e complementi per l’arredo, e POLI.design, Società Consortile del Politecnico di Milano, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Originalità, innovazione e ricerca di nuove soluzioni progettuali riferite alla lavorazione tipica del legno massello sono le linee guida che ispireranno i designer che decideranno di partecipare e interpretare i valori e l’identità di Porada, marchio protagonista del design italiano. Obiettivo di questa nuova edizione che si rivolge a progettisti e creativi italiani e stranieri (singoli o in gruppo), liberi professionisti o dipendenti, studenti o professionisti, è quello di creare concept innovativi di poltrone in cui sia prevalente, ma non necessariamente esclusivo, l’uso del legno massello e che veicolino i valori e l’identità del marchio Porada.

I numeri del concorso sono ormai diventati importanti: nell’ultima edizione 343 candidature provenienti da tutto il mondo sono state presentate alla commissione giudicatrice, di cui 165 nella categoria professionisti e 178 nella categoria studenti. Numerose le adesioni dall’Italia, e altrettanto positiva la risposta a livello internazionale: Taiwan, Cina, Russia, Francia, Turchia, Brasile, Giappone, India, Serbia, Ucraina, Colombia, Spagna, Egitto, Hong Kong, Arabia Saudita, Messico, Regno Unito, Usa, sono alcune delle tantissime nazioni coinvolte. Sei i vincitori – tre nella categoria Professionisti e tre in quella Studenti – che hanno saputo cogliere lo spirito del concorso interpretando i valori e l’identità di Porada e proponendo progetti innovativi ed originali aventi per tema la Sedia.

A vincere il concorso lanciato nel corso del 2020 per la categoria Studenti è stato Francesco Canali, studente di Nuove Tecnologie dell’Arte, Accademia di Brera, con il progetto “FIORDILATTE Chair”, nato dalla volontà di creare non soltanto una seduta solida e moderna nelle forme ma anche, e prima di tutto, una relazione, un medium emotivo. Il vincitore per la categoria Professionisti è stato invece Cornelius Comanns con il progetto Soothy, che combina le funzioni di una sedia a dondolo e di una culla in un unico mobile che può essere utilizzato da un genitore insieme al proprio bambino.

Le soluzioni di poltrone presentate per l’edizione 2022 dovranno essere originali e inedite e finalizzate a valorizzare l’impiego di tecnologie produttive e processi di lavorazione e nobilitazione tipici del legno lavorato in massello e dovranno tener conto, oltre che della rispondenza alla funzionalità specifica, del rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza, del rispetto dei requisiti ergonomici e dell’attenzione ai requisiti ambientali e di progettazione sostenibile. Il legno, in essenza naturale, preferibilmente tra quelle di uso prevalente dell’azienda, o laccato, potrà essere abbinato a rivestimenti in tessuto, pelle, cuoietto, canna d’India, e accessori in metallo.

A giudicare e selezionare i progetti vincitori una giuria formata da esperti del settore. Nella valutazione degli elaborati, saranno presi in considerazione: originalità, grado di innovazione e ricerca di nuove soluzioni progettuali riferite alla lavorazione tipica del legno massello, sperimentazione sui materiali e sulle finiture superficiali, capacità dei progetti di definire e anticipare scenari d’uso e concept innovativi nell’utilizzo del mobile in legno e del complemento d’arredo contemporaneo con particolare riguardo alle determinazioni tipologiche, tecnologiche e morfologiche.

La Giuria sceglierà tre vincitori per ciascuna delle due categorie in gara (Studenti e Professionisti), che verranno premiati durante un evento dedicato. Il montepremi complessivo di 10.000 euro verrà così ripartito:

 

Categoria PROFESSIONISTI:

1° premio € 3.000

2° premio € 2.000

3°premio € 1.000

 

Categoria STUDENTI:

1° premio € 2.000

2° premio € 1.200

3°premio € 800

 

Per maggiori dettagli sulle modalità di partecipazione e per presentare la propria domanda di partecipazione, progettisti e creativi italiani e stranieri possono consultare il bando disponibile al sito www.porada-design-award.polidesign.net.

 

Contatti:

Email: award@porada.it

Tel.: [+39]031.766215

 

Ufficio Comunicazione POLI.design: Veronica Zancarli

Mail: comunicazione@polidesign.net

Tel. [+39] 02.23997226

www.polidesign.net

 

Ufficio Comunicazione Porada: Laura Allievi

Mail: laura@porada.it

Tel.: [+39]031.766215

www.porada.it

Concorsi correlati

Concorso

IDEAS4WOOD 2023/2024: il contest di design delle superfici lignee

L’11 dicembre verrà presentato il concorso aperto agli studenti e ai designer professionisti. L’iniziativa promossa da TABU in partnership con Carpanelli vedrà fra i giurati tre docenti di POLI.design: la Prof.Ssa. Silvia Piardi, che presiederà la commissione, il Prof. Francesco Scullica e il Prof....
Concorso

La Call Relatori DESIGN TALKS MILANO HOME

Concorso

Switch2Product 2023

Rendi la tua idea una vera startup. Partecipa all’Innovation Challenge!
Chiudi